ELEZIONI EUROPEE E COMUNALI - 8 e 9 GIUGNO 2024

RISULTATI SCRUTINI

Data di pubblicazione:
19 Febbraio 2024
ELEZIONI EUROPEE  E COMUNALI - 8 e 9 GIUGNO 2024

VEDI RISULTATI SCRUTINI cliccando il seguente link:

 

 

https://elezioni.interno.gov.it/europee/scrutini/20240609/scrutiniEI1030990030

 

 

---

 

 

 

INFORMATIVA N. 1

 

 

ELEZIONE DEI MEMBRI DEL PARLAMENTO EUROPEO SPETTANTI ALL’ITALIA DA PARTE DEI CITTADINI DELL’UNIONE

EUROPEA RESIDENTI IN ITALIA

 

 

In occasione della prossima elezione del Parlamento europeo, fissata tra il 6 e il 9 giugno 2024, anche i cittadini degli altri Paesi dell’Unione Europea potranno votare in Italia per i membri del Parlamento europeo spettanti all’Italia, inoltrando apposita domanda al sindaco del comune di residenza.

La domanda, il cui modello è disponibile sia presso il comune che sul sito internet del Ministero dell’Interno all’indirizzo: https://dait.interno.gov.it/elezioni/optanti-2024, dovrà essere presentata agli uffici comunali o spedita mediante raccomandata entro l’11 marzo 2024.

 

Nel primo caso, la sottoscrizione della domanda, in presenza del dipendente addetto, non sarà soggetta ad autenticazione; in caso di recapito a mezzo posta, invece, la domanda dovrà essere corredata da copia fotostatica non autenticata di un documento di identità del sottoscrittore (art. 38, comma 3, del DPR 28/12/2000, n. 445).

 

Nella domanda – oltre all’indicazione del cognome, nome, luogo e data di nascita – dovranno essere espressamente dichiarati:

 

  • la volontà di esercitare esclusivamente in Italia il diritto di voto;
  • la cittadinanza;
  • l’indirizzo nel comune di residenza e nello Stato di origine;
  • il possesso della capacità elettorale nello Stato di origine;
  • l’assenza di un provvedimento giudiziario a carico, che comporti per lo Stato di origine la perdita dell’elettorato attivo.

 

 

Gli Uffici comunali comunicheranno tempestivamente l’esito della domanda; in caso di accoglimento, gli interessati riceveranno la tessera elettorale con l’indicazione del seggio ove potranno recarsi a votare.

 

 

INFORMATIVA N. 2

 

 

VOTO DEGLI STUDENTI FUORI SEDE

 

E' prevista una sperimentazione per consentire il voto in altro comune agli studenti che domiciliano in un Comune di verso da quello in cui sono iscritti nelle liste elettorali.

 

A chi è rivolto

Agli studenti fuori sede iscritti nelle liste elettorali

Chi può presentare:

Oltre al diretto interessato, anche altra persona opportunamente delegata. 

Descrizione

La L. n. 38 del 25/03/2024 ha previsto, in occasione delle elezioni Europee, una sperimentazione per consentire il voto in altro Comune agli studenti fuori sede, domiciliati da almeno 3 mesi in un Comune di verso da quello nei quali sono iscritti elettoralmente, e che non sia compreso tra i Comuni della regione di residenza ovvero, nel nostro caso, tra quelli della Regione Lombardia.

Lo studente fuori sede potrà votare esclusivamente per le liste e i candidati del collegio elettorale del suo Comune di iscrizione nelle liste elettorali.

Deve essere presentata, entro il 5 maggio 2024, un'apposita domanda al Comune di iscrizione nelle liste elettorali (che di norma coincide con il Comune di residenza), e che deve contenere, oltre ai propri dati anagrafici e recapiti, l'indicazione del Comune nei quali si è domiciliati per motivi di studio, e che vi si è domiciliati da almeno 3 mesi.

Alla domanda deve essere allegato:

  • la copia di un proprio documento d'identità valido;
  • la copia della propria tessera elettorale;
  • il certificato/attestato di iscrizione ad un istituto scolastico, universitario o di formazione

la richiesta può essere inviata anche telematicamente all'ufficio elettorale.

Il Comune dove lo studente fuori sede potrà esprimere il proprio voto é:

  • Il Comune di domiciliazione, qualora tale comune fosse incluso nello stesso collegio elettorale del comune di iscrizione nelle liste elettorali;
  • Il Comune capoluogo di regione del Comune di domiciliazione, qualora il Comune di domiciliazione non fosse incluso nel medesimo collegio elettorale del Comune di iscrizione nelle liste elettorali (a titolo di esempio: uno studente iscritto elettoralmente a Mirandola, che studia ed è domiciliato a Mantova, dovrebbe votare a Milano). Per questa tipologia di elettori saranno previste delle agevolazioni di viaggio per raggiungere il Comune di voto se diverso dal domicilio.

Entro il 4 giugno 2024 il Comune di domiciliazione o capoluogo di regione, rilascia, anche mediante strumenti informatici, allo studente fuori sede un’attestazione di ammissione al voto, con l’indicazione del numero e della sezione in cui potrà votare, e a cui dovrà recarsi, oltre che con tale attestazione, anche con la propria tessera elettorale.

Per consultare la composizione territoriale dei collegi elettorali in occasione delle elezioni Europee si rimanda al seguente sito: https://it.wikipedia.org/wiki/Circoscrizioni_elettorali_del_Parlamento_europeo

In ogni caso questi elettori per esercitare il diritto di voto per le elezioni comunali, dovranno recarsi presso il proprio Comune di iscrizione nelle liste elettorali.

Come fare

Deve essere compilato un apposito modulo.

Cosa serve

  • La copia di un documento d'identità valido
  • La copia della propria tessera elettorale
  • Il certificato o un attestato di iscrizione in un istituto scolastico, universitario o di formazione

Cosa si ottiene

La possibilità di votare per le elezioni Europee in un Comune diverso da quello in cui si è iscritti nelle liste elettorali.

Tempi e scadenze

La domanda deve essere presentata entro il 35° giorno data del voto (5 maggio 2024), e può essere revocata entro il 25° giorno dalla data del voto (15 maggio 2024).

 

 

INFORMATIVA N. 3

 

Partecipazione al voto per le elezioni comunali dei cittadini dell'Unione europea residenti in Italia

 

A partire dal 15 aprile è disponibile il servizio di invio online, tramite l'area riservata del portale ANPR (raggiungibile all'indirizzo https://www.anagrafenazionale.interno.it), della richiesta di iscrizione nelle liste elettorali aggiunte comunali da parte dei cittadini comunitari stessi.
 
I cittadini di uno Stato membro dell’Unione europea residenti in Italia, che intendono esercitare il diritto di voto (per l’elezione del Sindaco e del Consiglio Comunale del Comune di residenza) devono presentare al Comune di residenza la domanda di iscrizione nella apposita lista aggiunta non oltre il quinto giorno successivo all’affissione dei manifesti di convocazione dei comizi, ossia entro martedì 30 aprile 2024.
 
Coloro che siano già iscritti nella lista aggiunta possono esercitare il diritto di voto senza presentare nuova domanda.
 
L’eventuale trasferimento di residenza di cittadini dell’Unione già iscritti nelle liste aggiunte del Comune di emigrazione determina l’iscrizione d’ufficio nelle liste aggiunte del Comune di nuova residenza.
 
La domanda, oltre che tramite il servizio ANPR, può essere presentata, corredata da copia di un documento di riconoscimento, all'ufficio protocollo del Comune di Boffalora d’Adda, a mano o tramite email all'indirizzo info@comune.boffaloradadda.lo.it utilizzando il modulo: Domanda di iscrizione nelle liste aggiunte per cittadini comunitari (voto amministrativo) in allegato.

 

 

 

INFORMATIVA N. 4

 

Voto domiciliare 

 

Gli elettori affetti da gravissime infermità e impossibilitati a lasciare la propria abitazione possono richiedere di esprimere il voto a domicilio in vista delle consultazioni elettorali dell’8 e 9 giugno, dedicate alle elezioni comunali e a quelle dei rappresentanti del Parlamento europeo.


Per inoltrare la domanda, redatta secondo il modulo in allegato, è necessario far pervenire al Sindaco un'espressa dichiarazione attestante la propria volontà di ricorrere al voto a domicilio in un periodo compreso fra martedì 30 aprile e sabato 25 maggio 2024


La richiesta di ammissione al voto (che può essere inviata anche via mail o pec) presso la propria dimora deve indicare l'indirizzo dell'abitazione, un recapito telefonico e includere obbligatoriamente i seguenti documenti:


•    Copia della tessera elettorale 
•    certificazione sanitaria rilasciata dall'A.S.P, che attesti l'esistenza di infermità fisica tale da impedire di recarsi al seggio.
•    copia fotostatica di un documento di identità

 

La legge prevede il voto domiciliare esclusivamente per gli elettori "affetti da gravissime infermità, tali che l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano risulti impossibile" anche con l'ausilio dei servizi di trasporto messi a disposizione dal Comune per agevolare il raggiungimento del seggio da parte dei portatori di handicap, e in favore di quelli "affetti da gravi infermità che si trovino in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali tali da impedirne l'allontanamento dall'abitazione".

 

IN ALLEGATO MODELLO DI RICHIESTA VOTO DOMICILIARE.

 

 

INFORMATIVA N. 5

 

 

DIRITTO DI VOTO DA PARTE DI ELETTORE FISICAMENTE IMPEDITO

AD ESERCITARLO AUTONOMAMENTE

 

Il Sindaco rende noto

che gli elettori fisicamente impediti ad esprimere autonomamente il voto possono esercitare tale diritto con l'assistenza di un elettore della propria famiglia o di altro elettore liberamente scelto, purchè iscritti nelle liste elettorali in un qualsiasi Comune della Repubblica. Sono da considerarsi fisicamente impediti i ciechi, gli amputati delle mani, gli affetti da paralisi o altro impedimento di analoga gravità. Quando l'impedimento non sia evidente, esso potrà essere dimostrato con un certificato rilasciato gratuitamente ed in esenzione da qualsiasi diritto dal funzionario medico designato dalla competente Autorità Sanitaria Locale. 

Il certificato medico deve attestare che l'infermità fisica impedisce all'elettore di esprimere il voto senza l'aiuto di altro elettore. 

L'impedimento fisico, in ogni caso, deve essere riconducibile alla capacità visiva dell'elettore oppure al movimento degli arti superiori, essendo escluse le infermità che influiscono sulla sfera psichica dell'elettore. 

Coloro che siano in possesso di libretto nominativo rilasciato dal Ministero dell'Interno in favore di ciechi civili per cecità assoluta ovvero siano titolari di tessera elettorale su cui è già stato apposto il simbolo o codice per il diritto di voto assistito non necessitano di alcuna certificazione medica.  Il competente servizio sanitario ha comunicato che, in concomitanza della consultazione elettorale, il rilascio dei certificati avrà luogo: 

 

S  E  D  E

D A T A

ORARIO

LODI PIAZZA OSPITALE, 10 – 0371/372415

Martedì e giovedì

14-15

CASALPUSTERLENGO c/o Ospedale – Via Fleming 1 – 0377/924610

Mercoledì venerdì

14-15

10-11

SANT’ANGELO LODIGIANO c/o Ospedale Delmati – 1 piano –

0371/373209

Giovedì 

13.30-15.30

 

SOLO DOMENICA 9 GIUGNO

 

S  E  D  E

ORARIO

LODI PIAZZA OSPITALE, 10 – 0371/372415

9-10

CASALPUSTERLENGO c/o Ospedale – Via Fleming 1 – 0377/92461

11-12

SANT’ANGELO LODIGIANO c/o Ospedale Delmati – 1 piano – strada

Provinciale 19 - 0371/373209

13.30-14.30

 

Ulteriori informazioni potranno essere attinte presso il Servizio Elettorale Comunale o presso la competente Autorità Sanitaria Locale.